L'idolo del Trotto Nazionale, Giancarlo Baldi.

Giancarlo Baldi, nativo di Quarrata in terra pistoiese, adottato in realtà dai Bolognesi come i Toscani fecero con il modenese Nello Bellei, a soli 19 anni, nel 1952, ottenne la licenza di guidatore professionista. A 30 anni vinse il suo primo Gran Premio, il Città di Montecatini 1963 con lo yankee Hurst Hanover e per 41 anni ha continuato a trionfare sul circuito classico. Si impose in ben 175 Grandi Premi in Italia, Europa ed America, e abbiamo voluto evidenziare con quali trottatori, ben 42 , molti dei quali forse con un altro guidatore il sigillo classico non l'avrebbero mai sfiorato. Dunque Tamberino iniziò ad affermarsi con Hurst Hanover, proseguendo con Blera, Nixon, Maryport, Iabo, Beethoven, Poerio, Barbablu', Spin Speed, Relax, Carosio,Dalia, Hooligan, Dosson ,Timothy T, Patou, Patroclo, Siginda, Furgman, Arezia, Toujours, Gator Bowl, Asprob, Champ FC, Darif Effe,Silent Admirer, Convoglio, Ebsero Mo, Hollyhurst, Gobernador, Vanitas AC, La Motta, Inflated, Mol degli Dei, Locus di Già, Linzatao,Merlengo Dra, Newthing, Probing, Capital Idea, Tycho Dra e terminando con Dolby Deimar nel 2004. Ben 89 classiche Giancarlo Baldi le vinse indossando i colori trevigiani della Scuderia Biasuzzi. L'ultima corsa in carriera fu disputata il 19 giugno 2016 alla guida di Sanfuego Gim con 83 anni. A 90 anni Giancarlo è scomparso, ma la sua leggenda è concretamente rimasta nel cuore dei veri appassionati.
RC
Nel risalto di Luigi Sangregorio Tamberino con il fuoriclasse Timothy T, detto il Falco Nero in USA e il Vagone Nero in Italia.

L'idolo del Trotto Nazionale, Giancarlo Baldi.

Luglio 2024
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Pacha Dei Greppi